top
logo

Chi è online

Abbiamo 22 visitatori e nessun utente online

Lascia un commento

Invia un commento compilando:

Basterebbe anche solo un quinto della passione, dell'impegno , del prendersi cura dell'Altro, della competenza che ho potuto vedere accompagnando mio figlio alla festa dell'accoglienza di sabato scorso, per fare di questa scuola la casa dell'educazione e della formazione per eccellenza!
Grazie ai favolosi ragazzi di quinta elementare, ai loro genitori (e alle loro eccezionali merende!) e a tutto lo staff della Scuola!
Grazie di cuore! Ci avete restituito la sensazione di aver fatto la scelta giusta per i nostri figli!
 
Data: 09 maggio 2018
Da: Erika
Cara Casa gialla,
grazie per le emozioni che mi fai provare sempre.
Sabato, accompagnando Alba per la visita alla scuola ho rivissuto questi cinque magnifici anni trascorsi tra le tue mura.
Tutto di te mi mancherà moltissimo!!!!!!!
Ti abbraccio forte, Casa Gialla, e con te abbraccio tutte le suore, le maestre e i miei compagni.
 
Data: 08 maggio 2018
Da: Anna Scandella 5^A
Il giorno della festa dell'accoglienza me lo ricorderò per sempre. Sono tornata a casa felice e orgogliosa di essere un'alunna della Casa Gialla. Grazie per avermi fatto sentire così speciale! A settembre non tornerò a sedermi sui banchi della Casa Gialla, ma ho trovato nella piccola Azzurra una nuova Gaia e a lei e tutti i nuovi bimbi delle future prime auguro di fare un percorso bello come il mio.
 
Data: 07 maggio 2018
Da: Gaia D'Adda 5B
... grazie per la festa dell'accoglienza di ieri... uno dei sentimenti che mi ha colpito? Gli sguardi delle maestre e dei maestri, l'affetto che si vedeva nei loro occhi, la felicità e, forse, anche un po' di orgoglio nel vedere i ragazzi di quinta e nel fare la prima conoscenza dei "nuovi" ragazzi di prima...

Voi maestre e maestri avete fatto sentire davvero il senso di "casa" e di accoglienza avendo trasferito, anche in un sabato pomeriggio, la vostra casa nella Casa Gialla...

Grazie!
 
Data: 06 maggio 2018
Da: RT
Sabato pomeriggio emozionante....la nostra avventura è quasi giunta al termine....che dire...grazie a tutti di cuore...ai genitori, ai bambini di 5^, agli insegnanti, a Suor Fiorangela....a Suor Angela...e ai futuri alunni abitanti della Casa Gialla....per noi sarà solo un arrivederci....un abbraccio sincero.
 
Data: 06 maggio 2018
Da: CC
Cari ragazzi di 5° grazie di cuore per averci fatto vivere una splendida giornata e accogliendoci a braccia aperte nella Vostra scuola regalandoci delle emozioni che ci porteremo dietro questi mesi. Grazie ad Anna che mano nella mano ha accompagnato Nicolo' alla scoperta della sua nuova avventura. Un grande abbraccio a tutti e che il vostro futuro sia splendido come lo siete voi!!!
 
Data: 06 maggio 2018
Da: Stefania e Adamo
Grazie per averci accolto nella Casa Gialla con tanto entusiasmo, professionalità ed affetto! Un saluto speciale a Martina, la nostra guida, che ha accompagnato Giacomo nella sua futura scuola.
 
Data: 05 maggio 2018
Da: Mariano e Laura
Grazie per la bella giornata di oggi, grazie a tutti i bambini di 5, un grazie particolare ad Elisa che ci ha guidato alla scoperta della Casa Gialla! A presto! Mattia e Gabriel
 
Data: 05 maggio 2018
Da: Gabriel & Mattia
... le melodie del concerto ci accompagnano ancora...

e così accade che mio figlio continui a cantare (non a canticchiare né a sussurrare) le canzoni e le canti con un tono di voce alto...
e così accade che chi lo osserva si ferma un momento e sorride... come io guardandolo con infinito amore...
e così accade che passando vicino ad un bambino "qualsiasi" incontrato per caso che con evidente gioia e naturalezza canta ciò che lo ha toccato si possa pensare e sperare di essere migliori...
 
Data: 26 aprile 2018
Da: FL
È trascorsa una settimana esatta dal concerto ed i miei sentimenti non sono mutati, segno che sono veri.

Grazie!

Ho visto molti occhi lucidi sabato scorso (primi tra tutti i miei).
Ho visto bambini che hanno vinto le loro difficoltà (magari anche fisiche), i loro imbarazzi, le loro agitazioni.
Ho visto docenti mettersi in gioco, vincendo probabilmente vergogna e paura.
Ho visto le donne vestite di nero che parlavano di doni, quelli che ciascuno di noi possiede e che - dicevano - è un peccato non mettere a frutto e non condividere.
Ho visto sorrisi, tanti verso gli alunni, verso le maestre e tra genitori.
Ho incrociato sguardi, di affetto, di amicizia e di condivisione.
Ho percepito il calore di un signore polacco che ha trovato il paradiso all’inferno di Haiti.
Ho ascoltato  una voce narrante che ha toccato il cuore di ogni persona discorrendo della parte migliore che ciascuno di noi possiede (Gesù, il nostro frammento di eternità).
Ho goduto della vicinanza e della amicizia di persone uniche, non perché perfette ma perché in contatto con la loro parte migliore: voglio continuare a farlo!
Ho avuto conferma che solo insieme tutto (si, tutto!) può  trovare soluzione o compimento: se il terremoto (non solo fisico) è un dramma la solidarietà è amicizia infinita.
Mi sono commosso quando un genitore mi ha scritto: “credo che tu sia sempre più orgoglioso di essere parte di una scuola come la nostra. Io da genitore lo sono.”
Si, forse è una delle prime volte in cui mi sono sentito e mi sento (non per meriti) orgoglioso.
“La vita è un soffio e nulla di più, ma in questo soffio ci si gioca una vita infinita”. Ho sentito questo soffio e lo scorrere di vita infinita: non voglio scordarlo.

Grazie Suor Fiorangela 
Grazie Casa gialla
Grazie Rosalba
Grazie a tutti gli insegnanti
Grazie a tutte le suore
Grazie ai gruppi di volontariato
Grazie a tutti i genitori
Grazie a tutti i bambini e ragazzi
 
Data: 21 aprile 2018
Da: RT


Invia un commento
* campi obbligatori.
Nome:*
Email:*
Codice sicurezza:
Inserisci il codice di sicurezza:*
Commento:*
Powered by RS Web Solutions

bottom
top

Calendario avvisi/eventi

Ottobre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

bottom